Informazioni generali

Il Comune di Rubano dal 1999 è gemellato con la cittadina francese di Notre Dame de Gravenchon (FR) ed annualmente organizza una serie di attività ad esso connesse. Ad anni alterni le due comunità accolgono i rispettivi cittadini sulla base di un programma di attività, promosso dalle amministrazioni e dai comitati di appartenenza.

Il gemellaggio ha come scopo primario di realizzare uno scambio culturale in ambito europeo e di far conoscere gli usi e i costumi delle rispettive realtà territoriali mediante il coinvolgimento dei cittadini, i quali offrono la loro disponibilità all'accoglienza sulla base di un principio di reciprocità.  Il gemellaggio negli anni ha di fatto favorito le relazioni tra le due amministrazioni comunali, tra i due comitati e tra i cittadini dei due paesi, al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi di pace, di crescita civile e sociale e il più ampio obiettivo di cooperazione sociale, culturale e commerciale fra i due comuni gemellati, con la finalità di intensificare i rapporti fra le città e i paesi europei per la costituzione di una Europa unita.

 

Tempi

Compatibilmente con le attività e gli impegni istituzionali dei rispettivi comuni i viaggi di gemellaggio vengono realizzati solitamente nei mesi di giugno e settembre.

Costi

  • Le famiglie italiane partecipanti sostengono le spese del viaggio in Francia che si realizza con cadenza biennale.

A chi rivolgersi

Telefono:

0498739204

Email:

dina.beggiato@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 9.00 – 10.00
Martedì e Giovedì: 17.00 – 18.00
----
La cittadinanza e' invitata a recarsi presso gli uffici comunali solo ed esclusivamente per attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza ed attività indifferibili e SOLO PREVIA TELEFONATA O CONTATTO VIA E-MAIL

Ultimo aggiornamento:

06/11/2020
Approfondimenti

Normativa:

Regolamento comunale per l'attività di Gemellaggio approvato con delibera di Consiglio comunale n. 6 del 1/4/2015, delibera di Giunta comunale annuale che fissa gli indirizzi, Legge 131/2003, circolare Presidenza Consiglio dei Ministri-Dipartimento degli Affari Regionali Autonomie e Sport 27/11/2015

Documentazione da presentare:

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Segreteria - Contratti (Responsabile: Cecilia Mario)

Responsabile del procedimento:

Responsabile del provvedimento:

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

D'ufficio

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Rilevanza SUAP:

No

Presente in PuntoSi:

No

Non sono state fatte indagini