È stata adottata il 22 febbraio 2018, in Conferenza unificata, l'intesa sul Glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, per le quali non è necessario chiedere un permesso né presentare una comunicazione.

Il glossario è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.81 del 07-04-2018 (Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione - 2 marzo 2018).

L'elenco non esaustivo individua le principali opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia (in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al d.lgs. n. 42/2004).

Il Glossario include ad esempio l’installazione, la riparazione, la sostituzione e il rinnovamento di “gazebo e pergolati” (da non confondere con il “posto auto coperto”), purché siano di limitate dimensioni e non stabilmente infissi al suolo.

Lo Sportello Unico per l'Edilizia del Comune Rubano ha determinato che:

- per "limitate dimensioni" deve intendersi un manufatto che non superiori in pianta i 25 mq e in altezza media i 250 cm, distanza dai confini 1,5 m, mentre per "non stabilmente infisso al suolo" deve intendersi un manufatto la cui struttura in legno o metallo (no muratura) sia ancorata al suolo mediante staffe su una pavimentazione esistente o di tipo non permanente. Si fa presente inoltre che le cosidette "pergotende" sono soggette a quanto previsto per i "pergolati".

- il Glossario include anche l'installazione, la riparazione, la sostituzione e il rinnovamento di "ripostiglio per attrezzi, manufatto accessorio di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo" che come disciplinato dalle NTO del P.I. vigente è la fattispecie da intendersi per le case da giardino, non in muratura e separate dagli edifici esistenti, fino a 6 mq complessivi e altezza massima 2 ml, distante dai confini 0,5 metri.

30/05/2018