Informazioni generali

Per gli edifici isolati non collettabili alla rete fognaria pubblica, e quindi non serviti da fognatura, è ammessa la possibilità di trattare le acque reflue domestiche tramite vasca Imhoff seguita da dispersione nel terreno mediante sub-irrigazione. Per edificio "non collettabile alla rete fognaria" si intende ogni edificio che disti più di 50 m dall'asse della condotta fognaria.

L'autorizzazione allo scarico per sub-irrigazione deve essere richiesta attraverso il portale SUAP.

In base a quanto previsto dal Piano di Tutela delle Acque è necessario distinguere gli impianti in base al numero di abitanti equivalenti serviti:

  • per numero di abitanti equivalenti (AE) inferiore a 50 l'impianto (di trattamento e di scarico) deve essere conforme a quanto previsto dall'art. 21
  • per numero di abitanti equivalenti (AE) uguale o superiore a 50 l'impianto (di trattamento e di scarico) deve essere conforme a quanto previsto dall’art. 22
  • ulteriori distinzioni vanno fatte nel caso di impianti con numero di abitanti equivalenti uguale o superiore a 100 (soglia S), come previsto dall’art. 22

Nella sezione "Modulistica" è possibile consultare uno schema riepilogativo.

Per dettagli tecnici si veda la Delibera C.M. del 4 febbraio 1977 "Criteri, metodologie e norme tecniche generali di cui all'art. 2 lettera b), d) ed e) della legge 10 maggio 1976 n. 319, recante norme per la tutela delle acque dall'inquinamento".

È possibile chiedere un parere preventivo sulla fattibilità dell'intervento. Il parere preventivo è rilasciato senza pagamento di diritti o marche da bollo.

Mappa dell'intero territorio comunale con la rete fognaria pubblica:

Tempi

30 giorni (a partire dall'invio della dichiarazioni di ultimazione e di conformità opere)

Costi

A chi rivolgersi

Telefono:

049 8739235 049 8739237

Email:

ambiente@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 9.00 – 10.00
Martedì e Giovedì: 17.00 – 18.00
----
La cittadinanza e' invitata a recarsi presso gli uffici comunali solo ed esclusivamente per attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza ed attività indifferibili e SOLO PREVIA TELEFONATA O CONTATTO VIA E-MAIL

Ultimo aggiornamento:

11/02/2020
Approfondimenti

Normativa:

  • D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii.
  • Delibera del Comitato dei Ministri per la Tutela delle acque dall'inquinamento del 04/02/2017
  • Piano tutela acque Regione Veneto approvato con delibera di Consiglio Regionale n. 107/2009
  • Regolamento per il servizio di fognatura e depurazione (Consiglio Bacino Brenta, delibera n.7/2017)

Documentazione da presentare:

  • planimetrie in scala 1:200 con l’indicazione precisa dell’insediamento origine dello scarico, riportando la rete acque meteoriche e la rete acque nere per la quale andranno dettagliati i pozzetti di ispezione, gli impianti di trattamento e smaltimento ed
  • estratto del PRG in formato A4 in scala 1:5000/1:2000, relativo all’area in cui è ubicato l’immobile (idoneamente evidenziato);
  • n.2 marche da bollo da 16,00 € ciascuna, una per la richiesta e una per l'autorizzazione
  • diritti di segreteria del valore vigente (€ 10,00)
Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Ambiente, Protezione Civile (Responsabile: Fabio Biasio)

Responsabile del procedimento:

Responsabile del provvedimento:

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Rilevanza SUAP:

Presente in PuntoSi:

No

Non sono state fatte indagini